Lino

Pianta: Lino

Lino

Pianta sottile e fragile della lunghezza massima di 1 metro, ramificata nella parte estrema ad unica fioritura. Il fiore, di grandi dimensioni rispetto al fusto della pianta, ha 5 petali e lascia il posto ad un piccolo frutto che contiene dei piccoli semi di colore scuro.

La coltura del lino e della canapa, fino a qualche decennio addietro, era indispensabile per ricavare le fibre che venivano utilizzate per tele e tessuti di prima necessità.

Dalla semina alla lavorazione, il lino impegnava per quasi un anno l'intera masseria. In autunno, tra ottobre e novembre, avveniva la semina. In primavera, tra aprile e maggio, veniva raccolto e lasciato al sole. Successivamente, dopo essere stato battuto con mazze di legno, veniva raccolto sotto delle tettoie fino a mezzo agosto, periodo in cui veniva immerso nel maceratoio o "iarila"

La fase successiva era quella dell'asciugatura al sole per essere successivamente gramolato con il "màncunu", attrezzo di legno di quercia o carrubo che appoggiato a terra, permetteva di liberare il lino dalla parte legnosa.

Alla fine i mannelli, per ripulirli delle rimanenti lische, venivano battuti con la "spàtula".

Copyright (c) - L'art. 6 della legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene, moralmente ed economicamente, a chi l'ha creata e pertanto nessuno potrà disporne (tanto a scopo di lucro, quanto per uso personale) senza l'esplicito consenso dello stesso autore. Pertanto foto e testi di questo sito internet sono di proprietà dell'autore, tranne per quanto esplicitamente citato ed autorizzato.

Chiedilo al Webmaster del portale - (c) Realizzato da Computers & Multimedia

Condizioni d’utilizzo.


Trovaci su Google+
Google